Contatti Catalogo corsi

Home / Privacy policy

Privacy policy

MODELLO INFORMATIVA PRIVACY DATI SITO WEB
aggiornata al Reg UE 2016/679
(Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali)

PROGETTO AMBIENTE prende in seria considerazione la privacy dell’utente e si impegna al rispetto della stessa. La presente web privacy policy (“Privacy Policy”) descrive le attività di trattamento di dati personali realizzate dalla società tramite il sito www.progetto-ambiente.net (Sito) e i relativi impegni assunti in tal senso dalla Società.

La Società può trattare i dati personali dell’utente quando questi visita il Sito e utilizza i servizi e le funzionalità presenti sul Sito.

Ove previsto dal Reg. UE 2016/679 sarà richiesto il consenso dell’utente prima di procedere al trattamento dei suoi dati personali. Se l’utente fornisce dati personali di terzi, deve provvedere affinché la comunicazione dei dati alla nostra società e il successivo trattamento per le finalità specificate nell’informativa privacy applicabile sia conforme al Reg. UE 2016/679 e alla normativa applicabile.

Il sito WEB progetto-ambiente.net di proprietà dell’azienda “Progetto Ambiente Soc. Coop.” – in seguito denominato solamente “Sito” – utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine.

Le tabelle riportate di seguito riepilogano i diversi tipi di cookie che potrebbero essere utilizzati sul Sito, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).

L’informativa è valida solo per il suddetto Sito ed ai correlati suoi domini di secondo e terzo livello e non per eventuali altri siti consultabili tramite link.

Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy.

Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare il presente sito o gli eventuali domini di secondo e terzo livello corrispondenti. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo potrebbe essere influenzata l’esperienza dell’utente mentre naviga sul nostro Sito.

Ulteriori informazioni sulla Privacy Policy sono consultabili alla: Policy Cookie

INFORMATIVA GREEN PASS

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI CONTROLLO GREEN PASS

ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR)

 

In osservanza dei principi di liceità, correttezza e trasparenza indicati dall’art. 5 del Regolamento Europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation) che stabilisce norme relative alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, il sottoscritto Titolare del trattamento,

 

Visto

  • il D.L. 22/04/2021 n.53 recante “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19” , convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87
  • Il D.L. 17/06/2021, n.127recante “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”;
  • ll Decreto legge 21 settembre 2021 numero 127contenente “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening” interviene in tema di possesso ed esibizione del Green Pass, introducendo i seguenti articoli all’interno del D.l. n. 52 del 22 aprile 2021 (convertito in Legge 17 giugno 2021 numero 87) ed in particolare:
    • Articolo 9­-quinquies relativo all’impiego delle certificazioni verdi nel settore pubblico;
    • 9-sexies riguardante l’impiego delle certificazioni verdi da parte dei magistrati negli uffici giudiziari;
    • 9-septies sull’utilizzo delle certificazioni verdi nel settore privato.
  • le ulteriori Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in vigore;

 

fornisce le seguenti informazioni a chiunque svolge attività lavorativa, ai fini di accedere nei  luoghi dove la predetta attività viene svolta, ed è soggetto, al fine di tutelare la salute pubblica, all’obbligo di possesso e di esibizione su richiesta della certificazione verde COVID-19 (Green Pass) in base alle vigenti disposizioni di legge (esclusi i soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica, rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute (n. 35309 del 4/8/2021)).

 

Titolare del Trattamento

Progetto ambiente, con sede in Livorno, via March 20, pec: progetto-ambiente@legalmail.it, info@progetto-ambiente.net in persona del suo legale rappresentante pro tempore;

Interessati

Chiunque svolge una attivita’ lavorativa nel settore privato/pubblico ai fini dell’accesso ai  luoghi  di codesta Azienda in  cui  la  predetta  attivita’  e’ svolta, anche sulla base di contratti esterni (dipendenti, tirocinanti, collaboratori, lavoratori in subappalto, fornitori, consulenti, addetti delle ditte di pulizia, manutentori, persone in attività di formazione, esercenti attività di volontariato), con le esclusioni sopra menzionate.

Finalità del trattamento 

I dati personali di seguito descritti verranno trattati dal Titolare del trattamento al fine di attuare le misure di prevenzione e contenimento del contagio da COVID-19, previste dalla normativa vigente e dai protocolli di sicurezza anti-contagio nonché dai protocolli previsti per la riapertura delle attività, per tutelare la salute delle persone che accedono ai locali aziendali e/o che usufruiscono dei servizi erogati dal Titolare. Nel rispetto degli obblighi di legge, i dati verranno trattati per la verifica del possesso della certificazione verde Covid-19 così come definita nella normativa vigente, nonché per la verifica dell’identità del soggetto titolare della predetta certificazione.

In generale i trattamenti sono altresì necessari al fine di attuare una fattiva collaborazione con le autorità pubbliche e con tutti i soggetti coinvolti nella gestione dell’emergenza.

Base giuridica 

Le finalità sopra dettagliate trovano fondamento di liceità nelle seguenti basi giuridiche in quanto:

  • il trattamento è necessario per il rispetto di un obbligo legale al quale è soggetto il titolare del trattamento, come previsto dall’art. 6 par. 1 lett. c) del Regolamento UE 2016/679;
  • il trattamento è necessario al fine di ottemperare alle previsioni della normativa citata in epigrafe;
  • Il trattamento è necessario per il perseguimento di un interesse pubblico, nello specifico la tutela della salute e il contenimento del contagio
  • il trattamento è necessario per motivi di interesse pubblico rilevante sulla base del diritto dell’Unione o degli Stati membri, che deve essere proporzionato alla finalità perseguita, rispettare l’essenza del diritto alla protezione dei dati e prevedere misure appropriate e specifiche per tutelare i diritti fondamentali e gli interessi dell’interessato – art. 9 par. 2 lett. g) Regolamento (UE) 2016/679
  • il trattamento è necessario al fine di ottemperare alla previsione di cui all’art. 29 bis, del L. 5 giugno 2020 n. 40 (Decreto Legge 8 aprile 2020 n.23 convertito con modificazioni dalla Legge 5 giugno 2020 n. 40), che prevede “[..]l’applicazione delle prescrizioni contenute nel protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del COVID-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 24 aprile 2020 tra il Governo e le parti sociali[..]”, nonché per il rispetto della normativa nazionale e provinciale tempo per tempo vigente
  • il trattamento è necessario al fine di ottemperare alle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali” adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • in generale i dati verranno trattati in ottemperanza delle varie disposizioni inerenti la gestione dell’emergenza da Covid-19 tempo per tempo vigenti.

Dati trattati

  • nome, cognome e data di nascita dell’intestatario del certificato verde COVID-19 (Green Pass); validità del medesimo certificato.
  • – eventuale rilevazione della temperatura corporea effettuata prima dell’ingresso ai locali aziendali e/o per la fruizione dei servizi erogati dal titolare;
  • – elementi informativi che indichino l’assenza di fattori di pericolo di contagio da Covid-19, quali i dati relativi allo stato di salute (livello della temperatura corporea al di sotto della soglia dei 37.5; l’assenza di sintomi influenzali), la non provenienza dalle zone a rischio epidemiologico; l’assenza di contatti, negli ultimi 14 giorni con soggetti risultati positivi al COVID-19;

I dati trattati potranno variare in base alla normativa ed alle indicazioni delle Autorità competenti.

 

Modalità del trattamento

I dati sono raccolti tramite l’incaricato verificatore appositamente designato che effettuerà il controllo del possesso della Certificazione verde COVID-19 (green pass) preventivamente all’accesso ai luoghi dell’Azienda mediante apposito dispositivo mobile di servizio, anche tramite verifiche a campione, secondo il protocollo aziendale ed in base alle condizioni di servizio ma sempre assicurando il massimo grado di tutela della salute pubblica.

Il controllo verrà effettuato richiedendo l’esibizione della Certificazione verde COVID-19 (green pass) in formato digitale o cartaceo e procedendo alla verifica della validità di tale certificazione esclusivamente attraverso l’applicazione mobile “Verifica C19” installata su dispositivo mobile di servizio.

“Verifica C19” è l’app ufficiale del governo italiano, sviluppata dal Ministero della Salute in collaborazione con il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Commissario Straordinario per l’Emergenza COVID-19, per abilitare gli operatori alla verifica della validità e dell’autenticità delle Certificazioni verdi COVID-19 prodotte in Italia dalla piattaforma nazionale “DGC” del Ministero della Salute e dei “Certificati europei digitali COVID” (“EU Digital COVID Certificate”) rilasciati dagli altri stati membri dell’Unione Europea.

L’app è sviluppata e rilasciata nel pieno rispetto della protezione dei dati personali dell’utente e della normativa vigente, in particolare del D.L. 22/4/2021, n. 52, nonché delle specifiche tecniche europee “Digital COVID Certificate” approvate dall’”eHealth Network” dell’Unione Europea.

L’applicazione Verifica C19 è conforme alla versione europea, ma ne diminuisce il numero di dati visualizzabili dall’operatore per minimizzare le informazioni trattate.

L’app “Verifica C19” consente la verifica della validità delle Certificazioni verdi COVID-19 e degli “EU Digital COVID Certificate” attraverso la lettura del codice “QR” del certificato inquadrato dal dispositivo mobile, e non prevede né la memorizzazione né la comunicazione a terzi delle informazioni scansionate (la verifica avviene in modalità offline).

Utilizzando la app viene letto il codice “QR” del certificato e ne viene verificata l’autenticità utilizzando la chiave pubblica di firma del certificato.

Una volta decodificato il contenuto informativo della Certificazione verde COVID-19 o dell’“EU Digital COVID Certificate”, la app mostra le informazioni principali in esso contenute: nome, cognome e data di nascita dell’intestatario del certificato; validità del certificato (verificata rispetto alle date in esso contenute e alle regole in vigore in Italia per le “Certificazioni verdi COVID-19”).

Il QR Code non rivela l’evento sanitario che ha generato la Certificazione verde e le uniche informazioni personali visualizzabili dall’operatore sono appunto solo quelle necessarie per assicurarsi che l’identità della persona corrisponda con quella dell’intestatario della Certificazione.

Effettuato il controllo della Certificazione, esclusivamente allo scopo di contrastare eventuali casi di abuso o di elusione dell’obbligo di possesso del green pass, è altresì possibile richiedere al soggetto possessore della Certificazione verde esibita, la dimostrazione della propria identità personale mediante l’esibizione di un documento di identità.

La verifica dell’identità della persona in possesso della certificazione verde ha natura discrezionale ed è finalizzata a garantire il legittimo possesso della certificazione medesima come nel caso, ad esempio, in cui appaia manifesta l’incongruenza con i dati anagrafici contenuti nella certificazione.

La eventuale verifica della identità della persona in possesso della certificazione verde dovrà in ogni caso essere svolta con modalità che ne tutelino la riservatezza nei confronti di terzi.

Non sono tenuti a possedere ed esibire la Certificazione verde COVID-19 (green pass) i soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute (n. 35309 del 4/8/2021), il cui possesso dovrà comunque essere controllato preventivamente all’accesso ai luoghi dell’Azienda.

Nel caso in cui il soggetto controllato sia sprovvisto di Certificazione verde COVID-19 (green pass) o, in alternativa, di idonea certificazione medica per la esenzione dalla campagna vaccinale, verrà comunicata al soggetto interessato l’impossibilità di accedere ai luoghi dell’Azienda.

Salvo che non siano divulgati spontaneamente dall’interessato dati ulteriori, quali ad esempio la scadenza del certificato, non è consentita la raccolta, la conservazione o altre operazioni di trattamento dei dati personali contenuti nella Certificazione verde COVID-19 (green pass) o nella certificazione medica per la esenzione dalla campagna vaccinale.

Non è consentito trascrivere o annotare dati personali contenuti nelle Certificazioni verdi, o raccogliere copie di documenti comprovanti l’avvenuta vaccinazione anti Covid-19.

Il controllo dovrà essere effettuato nel rispetto della riservatezza e della dignità della persona interessata, avendo cura di prevenire ogni occasione di indebita accessibilità ai dati da parte di terzi.

Il trattamento dei dati personali verrà effettuato con l’adozione di misure tecniche e organizzative adeguate e strumenti idonei a garantirne la riservatezza, l’integrità e la disponibilità, nel rispetto dei principi di necessità e minimizzazione stabiliti dall’art. 5 del GDPR.

 

Natura del conferimento dei dati personali

Il conferimento dei dati è obbligatorio per accedere a questa Azienda.

Il mancato rilascio dei dati richiesti impedirà l’accesso alle strutture dell’Azienda, con le conseguenze previste per l egge.

 

Destinatari

I dati possono essere conosciuti dal Titolare del trattamento dal Responsabile del trattamento e da tutti gli Incaricati al trattamento.

In ogni caso, i dati non verranno diffusi o comunicati a terzi non autorizzati.

I dati non verranno trasferiti all’estero e non costituiscono oggetto di profilazione o decisioni automatizzate.

 

Periodo di conservazione

Non è prevista la memorizzazione e la conservazione dei dati personali contenuti nella Certificazione verde COVID-19 (green pass) o nella certificazione medica per la esenzione dalla campagna vaccinale ma solo il loro utilizzo per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità sopra indicate.

Diritti dell’Interessato

Ai sensi del GDPR, l’Interessato ha diritto nei confronti del Titolare del trattamento:

  • di chiedere l’accesso ai propri dati personali (art. 15, GDPR);
  • di chiedere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento (artt. 16, 17, 18, GDPR);
  • di opporsi al trattamento dei propri dati personali (art. 21, GDPR);
  • alla portabilità dei dati (tale diritto sussiste solo se ricorrono le condizioni previste dall’art. 20 del
  • GDPR);

Nel caso in cui ritenga che il trattamento dei propri dati personali sia effettuato in violazione di quanto previsto dal Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR) e dalla vigente normativa in materia, l’Interessato ha altresì diritto di proporre reclamo all’autorità di controllo (Garante per la protezione dei dati personali) ai sensi dell’art. 77 del medesimo GDPR, ed eventualmente di proporre ricorso giurisdizionale nei confronti della stessa autorità di controllo (art. 78, GDPR) e del Titolare (o del Responsabile ) del trattamento ai sensi dell’art. 79.

Dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati (se nominato)

Il Responsabile della protezione dei dati è Graziano Girotto (titolare della privacy) che può essere contatto ai seguenti recapiti: 0586/950123 – PROGETTO-AMBIENTE@LEGALMAIL.IT.

 

Richiedi informazioni

Scopri di più sulla nostra offerta. Compila il form per essere ricontattato senza impegno da un nostro incaricato.

Contattaci

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Progetto Ambiente e resta aggiornato sulle novità e sugli aggiornamenti relativi ai nostri corsi.

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy